giovedì 12 settembre 2013

Ecco perché Fabri Fibra è un mito

Da quando si è dato al commerciale io lo stimo veramente tanto. Come rapper non era un granché, e forse lo ha capito, ma come imprenditore della sua immagine io lo trovo fenomenale. Fabri Fibra è senza dubbio un venduto: come tanti altri, a un certo punto ha deciso di fare musica facile e di massa per guadagnare soldi e visibilità. Ma, se da artista "impegnato" non  valeva un'unghia di gente che ha veramente qualcosa da dire, da showman ha pochi rivali. Le sue canzoni sono orecchiabili e travolgenti, e sfrutta la sua bella presenza nella maniera più opportuna. Ma la cosa che più di tutte mi rende entusiasta di questo soggetto, è che è consapevole del suo fare schifo e lo urla al mondo. Ne va fiero, e prende in giro tutti quelli che lo ascoltano sul serio, che non capiscono che la sua arte è di plastica, i suoi contenuti roba di quarta mano: non c'è una sola canzone che non dimostri questa sua consapevolezza.  Non è uno di quei rapper fighetti che se la prendono per ogni insulto e fanno la voce grossa, atteggiandosi da gangster; Fabrizio è uno che ride di se stesso e se la ride delle sue vittime: quelli che lo ascoltano e quelli che lo insultano giudicandolo per quello che non è.  Fabri Fibra merita i soldi che guadagna, perché ha coraggio, è divertente, ed è bravo in  quello che fa.
O almeno, io la penso così.