giovedì 28 gennaio 2010

È morto Jerome David Salinger

Non me lo doveva fare, morire a 91 anni sa un sacco di vita non vissuta.
Poi s'è ritirato così presto. Avrebbe potuto scrivere di più. Avrebbe potuto evitare di inserire una clausola settantennale per la pubblicazione dei suoi inediti post-mortem, libri che potrò leggere solo a 87 anni, se mi andrà bene. Mi ha fatto male, signor Salinger.
La gente si chiede chi lei fosse, ora che con la sua morte è venuto allo scoperto. Non ci credono che qualcuno possa dedicarle degli articoli sui giornali o dei programmi radiofonici.
"Ma chi cazzo è 'sto Salinger?" dicono.
"L'autore del giovane Holden" rispondo.
Silenzio, o al massimo un ah, sì biascicato.
Forse desiderava essere dimenticato, lei, smettendo di scrivere?
O forse ha continuato a scrivere senza farcelo sapere?
Perchè è stato un personaggio così complesso, così difficile? Bastavano le sue creature a far capire chi lei fosse, non c'era bisogno di tirarsela tanto, ritirandosi a vita privata e via discorrendo... avrebbe potuto deliziarci ancora.
Però le giuro che nonostante il fatto che io la odiassi perché ha scritto così poco, una lacrima ha rigato il mio volto quando ho saputo della sua dipartita. Era come un padre spirituale per me, qualcuno che mi ha dato qualcosa, che ha contribuito a formarmi.
Se mai avrò un minimo del suo talento, dovrò riconoscere che è stato anche merito suo.
Dovrò riconoscere che ignoravo molto di me stesso, prima di conoscere Holden.
Dovrò riconoscere che nessun altro scrittore mi ha mai commosso come lei e mai lo farà, chiunque egli sia.
Lo riconoscerò allora e lo riconosco adesso, adesso che un minimo del suo talento me lo sogno.
Quindi, mi raccomando, mi stia bene. Buon viaggio.
Non sarà molto lungo: solo tre metri sottoterra, ma se per caso ci fosse qualcos'altro, mi aspetti, sarò felice di condividerlo con lei.
Con affetto

6 commenti:

  1. biancaneve30/01/10, 16:06

    splendido,salvo,davvero! comunque ha scritto parecchi romanzi ancora inediti che forse un giorno leggeremo..

    RispondiElimina
  2. C'è la leggenda che abbia impedito la pubblicazione dei suoi romanzi per 70 anni a partire dalla data di morte, quindi ci vuole molta pazienza. Comunque te con 'ste apparizioni e sparizioni mi pari la Madonna XD

    RispondiElimina
  3. che perdita che perdita... ti dirò invece che tutti quelli a cui ho comunicato la sua morte (suona molto da messaggero °-°) son rimasti sconvolti dal fatto che fosse ancora vivo XD

    RispondiElimina
  4. Anche molti di quelli a cui l'ho detto io son rimasti sorpresi dal fatto che fosse vivo. Questo però dopo avergli spiegato per bene chi fosse Salinger... :(

    RispondiElimina
  5. anch'io pensavo fosse già morto da tempo, figuratevi che sono molto più vecchio di voi e non l'ho mai letto perchè quando avevo la vostra età lo avevano già letto tutti (e io non leggevo mai) e mi sembrava inutile...piuttosto leggiti tesla che non lo legge nessuno ed era veramente un genio

    RispondiElimina
  6. tesla non è letteratura XD

    RispondiElimina

I commenti offensivi e lo spam verranno cestinati