sabato 28 novembre 2009

L'inutilità dell'esistenza umana

Volevo scrivere un racconto, ma la mia volontà non ha alcuna influenza sulla mia volontà.
Praticamente nulla ha influenza sulla mia volontà, a dire il vero.
Sarà per istinto di sopravvivenza.
Boh.
Quello di cui volevo parlarvi è l'inutilità dell'esistenza umana.
Me ne sono accorto mentre studiavo 80 pagine di greco di cui non me ne fregava un cazzo.
A che minchia serve studiare il greco se poi sarò una persona qualunque, forse meglio pagata, che come tutti, tutti i giorni, si alzerà, andrà a lavorare, tornerà a casa, litigherà con la moglie, andrà a letto e la mattina successiva di nuovo la stessa storia?
Che differenza c'è tra chi vive una vita inutile da 500 euro al mese e chi da 10.000?
Entrambi non si rendono conto che stanno sprecando la loro vita, e in questo non c'è alcuna differenza. Certo, ovviamente per vivere bisogna mangiare, ma il lavoro in qualche modo distrugge la vita.
Ora mi chiedo: cosa si può fare per non rendere inutile la propria esistenza?
So che questa domanda se la sono posta in molti, specie coloro che non credono nella vita ultraterrena, io ho trovato quattro personalissime risposte.
La prima è: cercare di far scaturire dalle proprie passioni un pezzo di pane. Risposta dalle minime applicazioni pratiche e iniqua: solo chi ha un certo talento (o anche fortuna, o amici importanti) potrebbe allora dare un senso alla propria vita. Vogliamo accettare una soluzione del genere? No (ovviamente sì, se noi siamo inclusi).
La seconda è: smettere di interrogarsi sul senso della vita, ché, se ci si concentra troppo, si smette di vivere. Giustissimo, ma troppo superficiale.
La terza è: farsi mantenere. Essere figlio di gente ricca, sposare un benestante, vincere al superenalotto, sarebbero ottimi presupposti per iniziare un percorso di ricerca del senso della vita. La propria vita però diverrebbe ancor più inutile di quella di un uomo inutile, qualora la ricerca si riveli infruttuosa.
La quarta soluzione è suicidarsi.
Addio.

21 commenti:

  1. alla tua età è utile che tu capisca tutte quelle cose ma la cosa principale è capire l'orientamento sessuale poi dare inizio alla passione...non mi capita mai di pensare alla tua età a parte quando leggo le tue storie e pensare alle cose della vita dalla tua età alla mia che possano dare soddisfazioni ce ne sono tante ma che poi in realtà a pensarci bene bene alla fine niente nella vita ti lascia completamente soddisfatto come una bella scopata

    RispondiElimina
  2. studiando il greco ti rendi molto utile, in quanto finanzi tutti quelli che al greco dedicano ancora buona parte della loro esistenza...

    RispondiElimina
  3. non è che ogni nostra azione debba necessariamente essere utile poi.
    nel caso di greco per esempio perchè non puoi vederlo semplicemente come cultura? d'accordo magari non ti servirà quando sarai a fare la spesa ma è sempre cultura che, anche se non sembra, ti renderà forse migliore (ammetto che detta così può apparire una cavolata). se dovessimo studiare soltanto ciò che diventerà successivamente utile nella vita concreta quotidiana allora potremmo eliminare tre quarti delle materie.
    e alla tua domanda: cosa si può fare per non rendere inutile la propria esistenza? io non so rispondere precisamente, ma ieri pomeriggio ad esempio ho fatto la volontaria per la colletta alimentare, giusto un paio d'ore cercando di rendere migliore l'esistenza di qualcun'altro... e sai, mi sono sentita utile.

    RispondiElimina
  4. Da me la colletta alimentare la organizza quella troia di religione, non ci penso nemmeno. Comunque la mia domanda era più universale: perchè esistiamo, qual'è il senso della nostra vita?

    RispondiElimina
  5. mi fa piacere che almeno non ti sei ammazzato come avevi lasciato intendere...cara g il volontariato per scopi inutili(il volontariato è sempre per scopi inutili se no si farebbe dietro compenso e le istituzioni tirerebbero fuori dei soldi per il servizio) mi sembra una delle cose più idiote della terra...sei insicilia magari c'è il sole esci di casa che fra un po' esco anch'io ma qiu non c'è il sole e sarò costretto a entrare in un altra casa

    RispondiElimina
  6. caro salvo vedo che però non hai compreso bene un concetto: la disponibilità economica...tutta la tua vita sarà regolata dalla tua disponibilità economica è per questo che in molti c'è il mito di guadagnare un miliardo entro i 30 anni, non è sempre così e molti non riescono a guadagnare nemmeno 1 milione...poi è logico se guardi l'economia mondiale con gli standard di hollywood milano o dakar ti fai degli altri miti...volevo dirti che l'asistenza cambia molto a differenza delle disponibilità economiche...io non so cosa costi la vita dalle tua parti ma da me con uno stipendio di 1000 euro al mese che è il minimo e lo standard attuale non puoi per esempio abitare da solo a meno di stare in nua casa popolare se no tra spese di affitto o condominio e bollette non ci stai dentro da solo quindi è già un gran limite, perchè la tua vita con quello stipendio lì si limita a mangiare e pagare le bollette, se sei fortunato riesci a scopare anche con quei soldi lì ma fin che sei giovane, quando sei vecchio le donne non ti guardano nemmeno in faccia se non hai i soldi perchè soprattutto non ti vedono mai in giro poichè anche solo un'uscita settimanale costa almeno 50 euro che se non li hai in più devi stare in casa a guardare la tv e masturbarti...a meno che non trovi una meraviglia che non s'interessi ai tuoi soldi e le basti il tuo cazzo e le tue carezze...ma fin che sei giovane è facile dopo è quasi impossibile che una ragazza o una donna ti caghi se le offri solo il cazzo, quindi fin che si è giovani è tutt'un'altra cosa dopo ci sono sempre i soldi di mezzo ricordatelo

    RispondiElimina
  7. biancaneve30/11/09, 17:16

    concordo pienamente col pensiero di G, sabato ho fatto la volontaria per la colletta alimentare, oltre a rendermi utile e dare un pizzico di senso alla mia ordinaria e ahimè schematica vita da sedicenne, mi sono fatta tante risate con i compagni..la nostra prof di religione non è poi tanto male, salvo, solo un tantino esaltataXD

    RispondiElimina
  8. è una puttana! E vorrei tanto leggesse che io la ritengo tale... (comunque per j: io penso che guadagnerò molto più di 1000 euro. Sono o non sono una persona fantastica? :D)

    RispondiElimina
  9. biancaneve30/11/09, 21:56

    divinissimo salvoXD, mi consenta di appuntarle una piccolezza: tutto si può dire della nostra prof di religione(nana bastarda, esaltata, inetta..), ma tranne che sia una donna di malaffare!! é una contraddizione che da vostra signoria non mi aspettavo

    RispondiElimina
  10. macchè... se racconta che era atea e si scopava i cavalli prima di trovare l'illuminazione! È di un'incoerenza spaventosa...

    RispondiElimina
  11. caro salvo o biancaneve e cara g, stasera è una serata meravigliosa

    RispondiElimina
  12. biancaneve01/12/09, 15:12

    salvo oggi mi sono affacciata dalla finestra che da sul cortile interno("la finestra sul cortile"XD) e credo di averti visto; spero non sia nuovamente il tipo che imita il tuo inconfondibile stileXD
    j sono felice che tu abbia trascorso ieri una bella serata

    RispondiElimina
  13. parlavo della luna che c'è anche stasera ma ieri era più bella, comunque grazie e volevo dire che comunque la cosa più inutile è suicidarsi e comunque la vostra età è quella più stimolante prechè è tutto da scoprire e poi adesso ci sono un tot di cose da scoprire, ai miei tempi e la cosa più bella fu la break dance, una rivoluzione nel considerare le linee e il movimento...poi io facevo classica quindi ti immagini la tipa quando in mezzo alla lezione facevo delle mosse questa strippava, andava giù di testa a vedere le linee spezate e diceva che schifo mi viene il vomito non posso vedervi muovervi così e sù sostenere quel bacino! il mento eee 5678e12345678e12345678...era bella la classica ma socmel che 2 maroni...io non ho idea nella musica come sia la differenza tre classica e contemporanea a livello pratico e tecnico ma a orecchio mi fa venire una gran barba...magari perchè penso a quando facevo danza e a sostenere quelle linee

    yo!!!

    RispondiElimina
  14. Nessuno pensava al suicidio... volevo solo instillare in voi il dubbio con un ambiguo "Addio", che poteva benissimo essere anche il saluto di fine post.
    Comunque per j: c'è classica e classica, non puoi generalizzare così: spesso ci sono più differenze in due pezzi di uno stesso autore classico che in quaranta canzoncine contemporanee.

    RispondiElimina
  15. bè quello è vero...adesso ti rispondo al posto dopo

    yo!!!

    RispondiElimina
  16. Mi piace come la pensi, hai una nuova fan! :)

    RispondiElimina
  17. Il termine fan già m'aggrada :) No, scherzo. Sei sicura ti piaccia come la penso? È molto strano... hai letto bene? :P

    RispondiElimina
  18. che post...ah, mi presento: mi chiamo maggie, sono una blogger in erba e...beh, la penso più o meno come te. molto piacere! se ti va fai un salto da me mi raccomando!

    RispondiElimina
  19. Il piacere è mio :) Son passato...

    RispondiElimina
  20. Procreare dovrebbe essere riservato agli animali ....e alle piante Noi genitori dovremmo chiedere perdono ai nostri figli per averli, senza la loro volontà, messi al mondo

    RispondiElimina
  21. Signore Angelo Beccaria, ma qualcuno condivide il suo parere? :)

    RispondiElimina

I commenti offensivi e lo spam verranno cestinati