giovedì 17 settembre 2009

Questione di sensibilità

Mi fanno arrabbiare quelle persone superficiali che ti tacciano di essere insensibile.
Come no. Insensibile.
Tutti ritengono la loro sensibilità l'unica possibile e desiderabile. Un po' come fanno con la moralità, solo che poi si scopre che sono più sensibili che morali (e ce ne vuole, se vedeste la loro sensibilità).
Certo la sensibilità è diversa da uomo ad uomo, però quelle persone che si intristiscono per scemenze e poi ti vengono a dire che sei senza cuore, ecco, quelle sono cose che mi mandano in bestia.
C'è gente che piange perchè il protagonista di uno stupido film è morto, ma che poi nella vita reale tratta male le persone e nemmeno se ne accorge. Questione di sensibilità.
L'importante è non andare a sbandierare ai quattro venti la propria empatia, se prima non ci si fa un corretto esame di coscienza. Si potrebbero fare pessime figure.

1 commento:

  1. caro mio ognuno è sensibile a modo suo pensa poi che al mondo ci sono uomini donne piante e animali e ognuno sente alla sua maniera, per questo il mondo è incomprensibile e ogni giorno hai una sorpresa

    RispondiElimina

I commenti offensivi e lo spam verranno cestinati